*

Quando si scrive,

le porte non si chiudono,

una domanda si incolla all’altra,

un timore

si rovescia dal successivo.

.

Così penetra l’armonia,

come ghiaccio che cresce oltre l’acciaio,

e si avverte il caldo stillare

tutt’intorno.

.

Poi dolgono gli occhi,

poi si frantumano le cose più care,

poi la bontà stringe alla gola,

poi si scrive nel vuoto

o si dice:

“solo fino al margine di un cuore”

.

E lo si dice a te,

e davanti solo una mano

per nascondersi.

Annunci