tengo a mente

la parola povera della vita di Beppe Salvia

per approssimazione successiva o

per convergenza a non chiedere,

e partire dall’ora – quale allora

ti rimando – ti aspetto – a voce

 

Annunci