non sei più la persona non rigida che credevi – e io no, non lo vedevo (né prevedo futuri)

ci sono parti del mondo – mondo impensabile – ci pensi e non sai

dove andrebbe a confondersi la lunghezza e a rompersi l’onda

un’onda

una strada qualsiasi non è il qualunque tratto di un volto permesso al tempo

di una riconquista di un paesaggio che si mimetizzi tra il dorso della mano e l’onda

tutto il tempo e il gioco d’ombre i luoghi comuni come e a questi  confinano sempre

la prima parola non ha parentela con lo sconfino – ma potrebbe essere la frontiera

in viso

tua a la mia

chi viene dal passato

   fronte

 

chi disegna la parola perduta di sbieco a silenzio

 

Annunci