You are currently browsing the category archive for the ‘‘s’ category.

 

CIMG0498-.jpgomaggio a Yvonne Rainer, Giampaolo De Pietro

 

Verso estate, ci si

perde. È possibile

che io mi lasci

andare. E che siano

le parole, senza

tetto. Senza i

come, campanelli.

 

 

 

 

CIMG0127-.jpg

 

 

CIMG0164-.jpg

 

:

 

.

Camminare fino al

tempo poi

vagamento

.

Avanzi, se fai uno

sforzo di braccia un

po’

.

l’inspirazione

nervosa non giunge

ai fatti

.

Lascia mare a stare

Polvere d’ascolto

apri polso

.

Alcuni abitano al

semaforo

:

Davanti ai

fatti, gli occhi.

in sesto, nodi

 

10409625_10205064847734990_7274299487735477368_n.jpgcon breve dedica al mondo, giampaolo de pietro

 

CIMG0142-.jpg

 

CIMG0149 (2)-.jpg

 

CIMG0137-.jpg

 

CIMG0107-.jpg

—-

Quasi sempre

e

quasi mai

uniti stretti fino

a non esserci

che nessuna più

molte altre

soluzioni

;

O il turno alla

fontana. Turno

all’acqua

:

Ah sì

!

Capelli di una

strada, più tempo

meno i soldi. Fortuna

di tromba a due

accordi. Probabilmente

nemmeno, e poi.

Carùsi

..

Forse esordio di

addio fanno gli addii a

esordi. E forse fa

forse. E fa re mi fa.

Dà primula una

primula dà. Da

piuma nascente

vola. Soffermo a

colore. Il tempo, che

asserzione prospettica

*

ATLANTIDI. Ricordo,

mi e monete. Libri

piccini. Come

atlanti. Le prime

rime lasciate lì a

risuonare, mute

tonanti in bocca.

Ripara ai guai,

lasciando il fiato

dove defilato trovi il

sì. A fiuto, lo sai, e

non lo fai. Orchestra

beata, ti chiama in

raccolta o raccordo

d’esempi circolari a

disco. Scinderti,

puoi vuoi

munizioni.

Riscritto fuori rotta

Scorta

 

.

CIMG0101-.jpgCIMG0121-.jpg