Con e per Ashraf Fayadh

editoriaraba

L’iniziativa è partita da Mona Kareem, traduttrice e amica di Ashraf, e Marcia L. Qualey, editor del famoso blog Arablit. 

View original post 225 altre parole

{BE508F59-4CCF-4BCB-ABCC-C383E013A3AC}

 

*

 

scegliendo, semplicemente, di immaginare la luce a quest’ora che cosa fa, qui e lì. un po’ più a nord, dove vive un’amica, dove un’altra si trova per il periodo estivo. si scatta una distanza, e si avvicina.

non ci si domanda quasi niente, per oggi. che questa breve distanza. come suggerimento.

{08C221FE-FD83-49A9-BA35-14624CA1216F}.png

I tratti ricordati – o ricordanti – fanno così, o come questi sbilanciamenti

 

 

 

CIMG0240.JPG

 

 

Tu

inconsapevolmen-

te disegni un

circuito per formiche

sul marmo del

davanzale. esse

sono a proprio

agio, a ben

guardare, stanno

circolando

 

 

 

 

 

Commuove l’esistenza di una casa editrice così – oggi ho ricevuto questo (bellissimo, sì!) libro del poeta palestinese Mahmud Darwish 

 

Statodassedio.jpg

 

 

Saul Leiter (1923-2013 American) • Woman Eating Unknown Food

 

Ve lo consiglio, vivamente-vivamente!

 

agamemnon.png

 

 

 

Quante sono le città

tra noi e gli altri,

e senza onore di sogno

stanze rimescolate

nella notte – raramente

fiumi per giungere al mare,

eternamente nomi -, vedendo

per quale concorso di cose

non è solitario il presente. Ma

sono chiare tutte le stanze,

purché non si ceda ai loro confini,

e l’impassibile non abbia la meglio

su quei dolori non rivelati.

 

 

 

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 240 follower