Gravity is only a theory, Kamil Lhoták

L’aver potuto conquistare una vita di azioni visibili a tutti, e di conseguenza guadagnare la mia stessa trasparenza, lo devo a una specie di audacia particolare che mi ha dato la Poesia: diventare vento per l’aquilone e aquilone per il vento, perfino quando il cielo non c’è. Non gioco con le parole. Parlo del movimento che scopri dentro l’«attimo» quando riesci ad aprirlo e a dargli durata. E allora, veramente, il Dolore diventa Grazia e la Grazia Angelo; la Felicità Eremita e l’Eremita Felicità

con bianche, lunghe pieghe sopra il vuoto

un vuoto pieno di gocce di uccelli, brezze di basilico e sibili di un sordo Paradiso.

ODISSEAS ELITIS

[da Il piccolo marinaio] trad. Paola Maria Minucci